Raccomandato, 2020

Scelta Del Redattore

Steve Jobs voleva che l'iconico cubo di vetro del negozio al dettaglio della 5th Avenue Apple fosse più grande, ma un "trucco magico" lo convinse altrimenti

Diverse diverse punti vendita Apple sono edifici iconici a modo loro, con molti vetri, tavoli e dispositivi. Ma un sito spicca più di ogni altro: il cubo di vetro della 5th Avenue. Sebbene sia certamente grande, un nuovo libro ha rivelato che Steve Jobs intendeva renderlo ancora più grande.

Un nuovo libro di Vicky Ward intitolato "The Liar's Ball: The Straordinaria Saga di How One Building ha rotto i magneti più difficili del mondo", delinea come l'ex CEO di Apple Steve Jobs intendeva rendere il cubo di vetro che si trova sopra il negozio al dettaglio della 5th Avenue ancora più grande, misurando a 40 piedi. Tuttavia, un "trucco magico" architettonico apparentemente lo convinse che il design più grande non era adatto alla posizione, per diversi motivi.

Secondo il ricordo degli eventi del libro, il magnate immobiliare Harry Macklowe acquistò l'edificio GM per $ 1, 4 miliardi e si dedicò immediatamente alla ricerca di qualcosa per riempire l'area della piazza. Macklowe decise che un Apple Store era la scommessa migliore per la posizione e iniziò a "assillare il vicepresidente immobiliare di Apple" per organizzare un incontro con Steve Jobs. Macklowe e Jobs lo colpirono bene, e l'iconico cubo di vetro sarebbe diventato il punto focale per l'imminente location della 5th Avenue.

Tuttavia, la dimensione del cubo divenne rapidamente un problema, poiché secondo quanto riferito Jobs voleva che misurasse con un'altezza di 40 piedi, mentre Macklowe pensava che 30 piedi sarebbe stata una scommessa migliore. Per ottenere il suo punto di vista e spero di vendere il design più piccolo, Macklowe ha commissionato un paio di repliche all'interno dell'edificio GM, con un cubo incastrato nell'altro:

Macklowe sapeva che l'unico grande difetto del concetto di Jobs era la dimensione. Quaranta piedi erano troppo grandi, non solo per le restrizioni di zonizzazione ma per le dimensioni dell'edificio. A nessuno piacerebbe - non la città, non gli inquilini. Sapeva anche che parlarne con Jobs non lo avrebbe portato da nessuna parte. Avrebbe dovuto mostrare a Apple cosa intendeva dire. Ha invitato i dirigenti dello sviluppo della vendita al dettaglio di Apple, Ron Johnson e Robert "Rob" Briger, nell'edificio due settimane dopo l'incontro di Cupertino, a vedere un ponteggio di mock-up del cubo - nel cuore della notte. (I regolamenti proibivano a Macklowe di costruire durante il giorno.)

Verso le due del mattino, il gruppo si incontrò davanti al GM Building. Il cubo di 40 piedi è stato svelato. Tutti concordarono che era troppo grande. Oscurava l'edificio. Macklowe stava sorridendo. Quindi ha dato il segnale e il modello è stato smantellato - solo per rivelare un cubo di 30 piedi che aveva segretamente costruito sotto.

Il suo trucco magico ha funzionato. La mela è stata venduta sul cubo più piccolo. “

Alla fine, il design più piccolo è stato davvero quello scelto, ma il cubo più piccolo non ha certamente sofferto per la mancanza di riconoscimento. Il cubo di vetro della 5th Avenue è facilmente uno dei luoghi più iconici del pianeta. Se vuoi scoprire la storia completa dell'iconico storefront di Apple, puoi consultare il link alla fonte della rivista New York qui sotto.

Hai mai visitato l'Apple Store della 5th Avenue?

[tramite Business Insider; New York Magazine]


Top